fbpx

Musei della Grande Guerra 

Centorizzonti Residenza Diffusa vi invita a partecipare ad un viaggio di scoperta nel territorio. Un tour tra storia e memoria sulle tracce indelebili lasciate dal primo conflitto mondiale nel Trevigiano.

Dal novembre del 1917 al novembre 1918 la Marca Trevigiana è stata il teatro delle grandi battaglie che hanno portato alla conclusione della Grande Guerra. Un accumularsi di eventi che ha segnato profondamente il territorio, la vita e la memoria degli abitanti.

Sono numerosi i Musei che conservano e perpetuano nel tempo le testimonianze della Grande Guerra, un’importante realtà espositiva diffusa sul territorio in sedi fisse o a cielo aperto. Questo patrimonio materiale rende immortale il ricordo di sentimenti e passioni che hanno mosso il Paese. I Musei e le loro collezioni danno lustro al territorio che porta ancora le ferite del passato.

Abbiamo selezionato per voi una lista di Musei:

Centro di Documentazione Storica sulla Grande Guerra – San Polo di Piave – Treviso
Il Centro di Documentazione Storica sulla Grande Guerra, è stato istituito dal Comune di San Polo di Piave il 28 luglio 1992 al fine di valorizzare il “Fondo Fotografico sulla Grande Guerra” donato dal Dott. Eugenio Bucciol, frutto di lunghe ricerche da lui condotte a Vienna presso l‘Archivio di Guerra e la Biblioteca Nazionale. Raccoglie circa 1500 riproduzioni fotografiche a cui, nel 1994, sono state aggiunti altri 3500 soggetti fotografici in diapositiva, donati in copia dalla Fototeca della Regione Veneto, provenienti dall’Istituto per la Storia del Risorgimento Italiano – Museo Centrale del Risorgimento, di Roma.

FONDAZIONE JONATHAN COLLECTION Nervesa della Battaglia Treviso
La sede sorge a breve distanza dal Sacrario dei Caduti sul fronte del Piave e dal sacello del famoso Asso Italiano Francesco Baracca, al cui ricordo è intitolata la struttura. Ospita una collezione di aerei storici famosi.

MUSEO DEL ’900 E DELLA GRANDE GUERRA Crocetta del Montello Treviso
Tra il Grappa ed il Montello, tra i monti sacri della Prima Guerra Mondiale a pochi metri dal Piave, presso l’ex Istituto Villa Pontello a Crocetta del Montello, si trova il Museo del ‘900 e della Grande Guerra. Grazie ai diorami 3D in scala 1:1, il museo offre al visitatore una panoramica privilegiata che abbraccia tutti i vari aspetti di vita dell’epoca, dal punto di vista del militare e del civile. 

MUSEO DEI SOLDATI DEL MONTELLO Nervesa della Battaglia Treviso
Costituito nel 1992, raccoglie armi, munizioni, cimeli, carte topografiche, documenti e fotografie appartenuti ai soldati che duramente combatterono sul Montello. Il Museo trova sede all’interno del Sacrario Militare, costruito sulla sommità nordorientale del Montello che raccoglie i resti di circa 9000 soldati. Dalle balconate si può apprezzare la vista panoramica del campo di battaglia, con il Piave che dilaga in pianura.

MUSEO “LA BATTAGLIA DEL SOLSTIZIO’’ Nervesa della Battaglia Treviso
Il Museo, ospitato presso la ex Casa del Medico e inaugurato nel 2012, conserva reperti e documenti relativi alla Battaglia del Solstizio, cartine d’epoca con la ricostruzione della battaglia, diverse divise d’epoca, una sezione riguardante la sanità in guerra, una riguardante l’aviatore Francesco Baracca…

MUSEO DELLA BATTAGLIA Vittorio Veneto
Il Museo della Battaglia di Vittorio Veneto rappresenta uno dei luoghi simbolo della memoria della Grande Guerra in Italia. Ospitato nell’antico Palazzo Municipale di Ceneda (sec. XVI). Collezione di armi, attrezzature ed oggetti di vita quotidiana, documenti, manoscritti e pubblicazioni, accresciuta costantemente nel tempo da continue donazioni, tra cui l’importante raccolta di Luigi Marzocchi, operatore fotografico del Comando Supremo Italiano. Il Museo della Battaglia ora ripropone al pubblico questo patrimonio con l’impiego delle tecnologie più moderne.

MUSEO CRESPANO DEL GRAPPA
Il museo è ospitato all’interno del “Palazzo Reale” di Crespano del Grappa, un palazzo storico del XVIII secolo. La raccolta è costituita quasi integralmente dalla collezione privata di Bruno Xamin, donata al comune nel 1997, ricca di oltre un migliaio di reperti ai quali si aggiungono una biblioteca e un archivio che sono la base del Centro di Documentazione sul Grappa, il cui allestimento è stato progettato e realizzato dall’Istituto per la Storia della Resistenza e della Società Contemporanea della Marca Trevigiana. L’allestimento del museo è suddiviso secondo quattro aree tematiche (il rancio, l’ospedale da campo, il tempo libero, la trincea), in cui gli oggetti raccolti sono supportati da immagini e didascalie.

MUSEO SOLDATI DELLA BATTAGLIA Fagarè (San Biagio di Callalta)
Il Museo espone armi, divise, cimeli e documenti di storia locale relativi alla Prima Guerra Mondiale ed è inserito nel complesso del locale sacrario militare. Il sacrario, a forma di esedra porticata, fu progettato da Pietro del Fabbro per custodire le spoglie di 10.541 caduti della Prima Guerra Mondiale.

MUSEO STORICO DELLA GRANDE GUERRA 1915/1918 Crespano del Grappa
Il Museo raccoglie documenti, foto, armi e cimeli della Prima Guerra mondiale raccolti sulle zone di battaglia del Grappa e dell’Altipiano di Asiago. Originariamente il museo era allestito all’interno del Sacrario. Nel 1989 è stato trasferito negli ambienti dell’ex Caserma “Milano”, costruita durante la guerra. Accanto al museo si trova l’entrata della Galleria “Vittorio Emanuele” costruita nel 1917 come opera di fortificazione. La galleria, ora visitabile, ha uno sviluppo di circa 5 km, con un braccio principale e numerosi rami secondari. Alla sommità del massiccio del Grappa sorge il Sacrario. 

MUSEO STORICO DELLA GRANDE GUERRA 1915/1918 Maserada sul Piave
Il Museo di Maserada sul Piave è costituito da due sezioni, una naturalistica e una storica. Il Museo raccoglie interessanti reperti restituiti dal fiume con una particolare e speciale focalizzazione sui materiali e sulla storia del forzamento del fiume da parte delle truppe della 7ª divisione britannica. Infatti lungo il Piave operarono anche formazioni provenienti dalle nazioni alleate dell’Italia. 

Oltre a questa selezione, esistono altri luoghi d’interesse disseminati sul territorio tutti da vivere e scoprire. Centorizzonti-Residenza Diffusa non mancherà di accompagnarvi in questo viaggio, lo farà con le pubblicazioni del blog e in loco, affiancandovi (se richiesto) un personal assistant pronto a delineare con voi percorsi di scoperta del territorio adatti alla vostre esigenze.

Leave a Reply

Your email address will not be published.